Chiarimento indennità di svincolo

Sezioni: Campionati a Squadre, Tornei, casistica Regole di Tennis.

Chiarimento indennità di svincolo

Messaggioda magognino » 13 dic 2011, 00:34

Nel Regolamento Organico - art. 97 c. 1 - è scritto che l'indennità di svincolo è dovuta solo per gli atleti minorenni (esclusi U10) che hanno parametro maggiore di zero.
La tabellina al comma 2 però riporta una colonna '18 a.' che presumo significhi '18 anni'. Significa che anche chi ha compiuto 18 anni è soggetto all'indennità di svincolo? Verrebbe da dire di no visto che si parla di atelti minorenni, ma allora perché c'è un parametro anche per chi ha 18 anni? O forse si vuole intendere il settore U18 (fino al compimento del 18° anno di età)?
Ad esempio, se un atleta con parametro superiore a zero compie 18 anni il 1/6/2012 e chiede il trasferimento il 2/6/2012 (ottenendo il nulla-osta), è soggetto all'indennità di svincolo?

Ringrazio anticipatamente per il chiarimento.
magognino
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 ott 2007, 14:48
Località: Verbania

Messaggioda Giamberini » 13 dic 2011, 15:21

La dicitura 18a ha il significato di "diciottesimo anno" nel senso che il tesserato al momento della attivazione della pratica del trasferimento ha compiuto i 17 ma non ancora i 18 anni.
Ma se l'atleta chiede il trasferimento dopo che ha compiuto i 18 anni di età non può più godere della indennnità di svincolo.
L'esempio che porti della richiesta del trasferimento fatta il 2 giugno 2011, cioè dopo che ha compiuto i 18 anni, quell'atleta la può fare (se fatta entro il 31 dicembre) semplicemente comunicando al circolo ed al comitato provinciale di appartenenza l'intenzione di svincolarsi senza bisogno del nulla osta, come per i maggiorenni, ma senza godere della indennità di svincolo.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda magognino » 13 dic 2011, 16:34

Sig. Giamberini, la ringrazio per il chiarimento. La modalità di scioglimento del vincolo che cita lei però mi sembra quella prevista dall'art. 91 (Cessazione del vincolo per decorrenza del termine):
"Per il tesserato atleta che non ha ancora compiuto il diciottesimo anno di età, con esclusione di quelli appartenenti al settore under 10, il vincolo cessa al raggiungimento della maggiore età e comunque al termine del quarto anno consecutivo di vincolo, se entro il 31 dicembre dà comunicazione scritta all'affiliato ed al Comitato provinciale di appartenenza dell’intenzione di svincolarsi".

Io mi riferivo più che altro alla possibilità di ottenere il trasferimento nel corso dell'anno, ovvero essere tesserati per il vecchio circolo per la prima parte dell'anno e trasferirsi presso un nuovo circolo nella seconda parte del 2012. Se interpreto bene le Carte Federali, questa possiblità è prevista dall'art. 92 (Scioglimento del vincolo su domanda):
"1. Lo scioglimento del vincolo tra tesserato atleta ed affiliato è concesso, su domanda del tesserato, nel corso dell'anno, nei seguenti casi:
a) per il maggiorenne e per il minorenne appartenente al settore under 10:
1) con il nulla-osta dell’affiliato di appartenenza"

Quindi, riassumendo ciò che mi sembra di capire dalla Carte Federali e dalla sua risposta, l'atleta può trasferirsi in corso d'anno se ottiene il nulla-osta dal vecchio circolo (come da art. 92). Richiedendo però il trasferimento dopo aver compiuto i 18 anni l'indennità di svincolo non è più dovuta.

E' corretta la mia interpretazione?

La ringrazio di nuovo per l'attenzione.
Cordiali saluti.
magognino
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 ott 2007, 14:48
Località: Verbania

Messaggioda Giamberini » 13 dic 2011, 22:23

Il nulla osta rilasciato dietro domanda di scioglimento del vincolo serve per il trasferimento nel corso dell'anno presso altro affiliato.
Una volta ottenuto, il tesserato atleta maggiorenne (o Under 10) lo può rappresentare da subito nella attività agonistica con le limitazioni previste.
Quando invece il tesserato atleta maggiorenne (o Under 10) desidera trasferirsi presso altro affiliato per svolgere attività agonistica l'anno successivo, è sufficiente che dia comunicazione nei modi e termini citati nel precedente commento.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda magognino » 14 dic 2011, 00:02

Poiché il nocciolo della questione da me posta è il pagamento dell'indennità di svincolo, è in grado di confermarmi se nell'esempio da me esposto, ovvero atleta che compie 18 anni nel 2012 e che chiede il trasferimento nel corso del 2012 per lo stesso anno (previo ottenimento nulla osta) dopo aver compiuto i 18 anni, l'indennità di svincolo sia dovuta o meno da parte del nuovo circolo?

Grazie.
magognino
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 ott 2007, 14:48
Località: Verbania

Messaggioda Giamberini » 14 dic 2011, 00:55

Il tesserato atleta che attiva la pratica del trasferimento dopo aver compiuto il 18° anno di età non è più soggetto alla indennità di svincolo.
Più semplicemente, il circolo di appartenenza non può più richiedere l'eventuale ammontare della indennità di svincolo.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda magognino » 14 dic 2011, 00:59

La ringrazio per la sua consueta chiarezza e precisione!

Cordiali saluti.
magognino
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 ott 2007, 14:48
Località: Verbania

Messaggioda Giamberini » 15 dic 2011, 22:10

Rileggendo la mia precedente risposta del 13/12, volevo integrarla con altre parole per migliore chiarezza:
1. il vincolo per il maggiorenne (o Under 10) dura un anno per cui al termine dell'annata agonistica chi è interessato a trasferirsi presso altro circolo basta la semplice comunicazione per la cessazione del vincolo;
2. il trasferimento durante l'anno del medesimo tesserato atleta (che presume lo scioglimento del vincolo) è possibile solo con nulla osta del circolo di appartenenza ovvero per altri motivi che il RO prevede.
In questo ultimo caso restano confermate le limitazioni previste dal Regolamento Organico.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda magognino » 20 gen 2012, 16:16

Un'ultima domanda riguardante il nulla-osta. Un circolo può rifiutarsi di rilasciarlo al giocatore che lo richiede?
magognino
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 ott 2007, 14:48
Località: Verbania

Messaggioda riverboy » 20 gen 2012, 21:05

Mmm interessante ... nel 2012 ho chiesto il nulla osta per passare da un circolo ad un altro. Mi hanno dato il nulla osta e devo pagare 80 euro (almeno così ho saputo).
Queste 80 euro sono l'indennità di svincolo ?

Sono un over, con tessera agonistica.
riverboy
 
Messaggi: 261
Iscritto il: 26 feb 2007, 16:54

Messaggioda magognino » 20 gen 2012, 23:01

Per riverboy: no, 80 euro è la tassa di trasferimento da pagare alla FIT e va pagata per tutti i trasferimenti (con qualche eccezione).
L'indennità di svincolo (che adesso si chiama indennità di preparazione) va pagata al Circolo di provenienza del giocatore (da parte del nuovo Circolo) solo per atleti minorenni che soddisfano determinate condizioni (in base all'età, classifica, risultati nei campionati, ecc.)
magognino
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 ott 2007, 14:48
Località: Verbania

Messaggioda Giamberini » 20 gen 2012, 23:25

Per magognino.
La norma di riferimento dice che il nulla osta non può essere sottoposto a condizione alcuna. Pertanto, un eventuale mancato rilascio deve essere legato a motivazioni molto serie.

Per riverboy: la risposta di magognino sulla tassa di 80 euro è corretta salvo il caso che siano i genitoiri del ragazzo a pagare piuttosto che il nuovo circolo per il quale si tessererà.
Ultima modifica di Giamberini il 21 gen 2012, 11:25, modificato 1 volta in totale.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda magognino » 20 gen 2012, 23:37

Ho letto quella norma. Io l'avevo interpretata in questo senso: il rilascio del nulla-osta non può essere sottoposto a condizione alcuna, nel senso che SE viene rilasciato, non ci devono essere altre condizioni (es. ti rilascio il null-osta con la condizione che l'anno prossimo non giochi contro di noi, piuttosto che condizioni economiche o altro). In altre parole o si rilascia o non si rilascia, ma se si rilascia non vi devono essere altre condizioni.
Però ripeto, era una mia interpretazione personale.
A questo punto però la domanda è: chi valuta la serietà della motivazione? Il Comitato Regionale?
Faccio un esempio pratico: giocatore si trasferisce da Circolo A a Circolo B. Il Circolo B paga al Circolo A l'indennità di trasferimento perché dovuta.
Dopo qualche anno il giocatore - ormai MAGGIORENNE - vuole ritornare al Circolo A. Il Circolo B non rilascia il nulla-osta a meno che il Circolo A o il giocatore non versino un corrispettivo al Circolo B a rimborso dell'indennità a suo tempo versata.
Questa può essere considerata una motivazione seria?
magognino
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 ott 2007, 14:48
Località: Verbania

Messaggioda Giamberini » 20 gen 2012, 23:50

La competenza della valutazione sulla serietà delle motivazioni dell'eventuale mancato rilascio del nulla osta è della Commissione Tesseramenti (è una Commissione nazionale).
L'esempio che fai è facilmente risolvibile perchè quel giocatore, avendo nel frattempo raggiunto la maggiore età, il suo trasferimento non può essere sottoposto alla indennità di preparazione non avendo più, il giocatore, i requisiti per una richiesta di questo tipo.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda magognino » 20 gen 2012, 23:55

Ma se pur non essendo il giocatore sottoposto all'indennità di preparazione, il circolo si rifiuta di rilasciare il nulla-osta a meno di non ricevere un indennizzo economico (non dovuto), che succede?
Il giocatore è costretto ad aspettare l'anno successivo per svincolarsi (con comunicazione entro il 31/12) o ha degli strumenti per obbligare il circolo a rilasciargli il nulla osta?
Grazie ancora!
magognino
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 22 ott 2007, 14:48
Località: Verbania

Prossimo

Torna a REGOLAMENTI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite