Gioco continuo e Punteggio penalizzato

Sezioni: Campionati a Squadre, Tornei, casistica Regole di Tennis.

Gioco continuo e Punteggio penalizzato

Messaggioda Giamberini » 31 dic 2011, 14:15

Con Atti ufficiali circolare 12 dicembre 2011 il CF ha apportato le seguenti modifiche al Capo V Codice di Comportamento del Regolamento Tecnico Sportivo:
- art. 42: il ricevitore deve adeguarsi al ragionevole ritmo del battitore e deve essere pronto a ricevere in un tempo ragionevole quando il battitore è pronto a servire. La prima violazione di tempo sul gioco continuo è punita con un avvertimento ed ogni successiva infrazione di tempo, purché non consecutiva (cioè commessa dopo la ripresa del gioco) con la perdita di un punto. Contro il rifiuto di riprendere il gioco a causa di perdita di efficienza fisica, incidente, altra condizione di rilevanza medica ovvero il mancato ritorno in campo alla fine del tempo concesso, è considerata come perdita di tempo (intenzionale), vengono applicate le penalità secondo lo schema del punteggio penalizzato.
- art. 52: Le penalità del Codice si applicano secondo lo schema del punteggio penalizzato con eccezione delle violazioni di tempo (quelle che prima erano definite come "involontarie" o "non intenzionali").
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda giangio » 18 gen 2012, 17:21

E' possibile fare un esempio? nel senso, dopo un avvertimento per violazione di tempo (prima infrazione) si avrà un avvertimento come prima violazione del punteggio penalizzato?
giangio
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 14 feb 2008, 02:24

Messaggioda Giamberini » 20 gen 2012, 11:03

Spero di riuscire ad essere chiaro perchè non è facile descrivere la norma facendo un esempio pratico, ma ci provo distinguendo passaggio per passaggio.
Punto 1. Il testo dice: il ricevitore deve essere pronto a ricevere in un tempo ragionevole quando il battitore è pronto a servire.
Significa che se il battitore fosse pronto a servire dopo 5 secondi non sarebbe un tempo ragionevole perchè, per esempio, il ricevitore potrebbe essere ancora impegnato a spostare la palla del punto precedente.
Ma se il battitore fosse pronto a servire, ad esempio, dopo 15 secondi perchè si ritiene un tempo ragionevole, il ricevitore deve essere pronto a ricevere.
Punto 2. Il testo dice: la prima violazione di tempo sul gioco continuo è punita con un avvertimento ed ogni successiva infrazione di tempo, purchè non consecutiva, è punita con la perdita di un punto.
Significa che se un giocatore al cambio di lato del campo non fosse pronto a giocare dopo 90 secondi, l'Arbitro gli infligge la penalità dell'Avvertimento e se la situazione si reitera prima di riprendere il gioco, l'Arbitro gli infligge la seconda penalità che è punto all'avversario. Semplificando, in questo caso vi è stata una seconda violazione di tempo consecutiva alla prima senza la ripresa del gioco.
Punto 3. Il testo dice: contro il rifiuto di riprendere il gioco dopo il tempo concesso per una situazione di rilevanza medica, la mancata ripresa del gioco viene considerata come intenzionale e vengono applicate le penalità secondo lo schema del punteggio penalizzato.
Significa che quando, ad esempio, un giocatore ha un problema ad una caviglia, o altro, a seguito di una caduta che è considerato incidente, costui ha diritto a 3 minuti di sospensione per cure mediche. Trascorsi i 3 minuti, se non riprende il gioco, l'Arbitro gli infligge la penalità dell'Avvertimento. Se dopo 20 secondi ancora non si alza per tornare in campo, l'Arbitro gli infligge la seconda penalità che è il punto all'avversario.
E così via.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda Giamberini » 01 feb 2012, 21:56

Ritorniamo sulla "Violazione di tempo" del precentente post, sottoposta ad un aggiornamento, per chiarire meglio la differenza tra Violazione consecutiva e non consecutiva con le relative penalità.
Per Violazione di tempo consecutiva si intende quella che si commette dopo un'altra dello stesso tipo senza che ci sia stata la ripresa del gioco.
In questo caso l'Arbitro, o in assenza il GAT, applicano in sequenza le penalità del Codice e cioè: alla prima violazione Avvertimento, alla seconda Punto all'avversario, alla terza Gioco all'avversario e così via.
Per Violazione di tempo non consecutiva si intende quella che si commette dopo una precedente, ma successiva alla ripresa del gioco.
In questo caso alla prima Violazione si applica l'Avvertimento e per tutte le altre sarà sempre Punto all'avversario.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55


Torna a REGOLAMENTI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite