Le regole ..rispettarle e farle rispettare.conviene?

Sezioni: Campionati a Squadre, Tornei, casistica Regole di Tennis.

Le regole ..rispettarle e farle rispettare.conviene?

Messaggioda sskpssurf » 22 mag 2012, 10:16

21 maggio 2012
si conclude con grande successo il torneo di Roma con una bella finale vinta ancora una volta da Nadal su Djokovic. Sono stato a Roma sia nel primo week end che nel secondo e devo ammettere che il FORO italico quest'anno è stato una vera FESTA del Tennis !! Sono Fiero del nostro TORNEO , di come questo evento, che era in passato SOLO per noi tennisti APPASSIONATI sia diventato un evento ITALIANO.
Le cose non accadono per caso e quindi grazie al Presidente di questa nostra FEDRAZIONE e a Tutti quelli che hanno lavorato per questo successo .

Credo che la critica e lo stimolo siano l'essenza e la natura del cambiamento e spesso del superamento degli standard qualitativi.

In questa logica mi permetto di osservare che i tornei di tutte le categorie , under ed over , di quarta , terza seconda categoria, maschili e femminili hanno come modello gli INTERNAZIONALI D'ITALIA ,.. e se oviamente non possono avere gli stessi protagonisti e lo stesso livello, possono e devono essere in grado di creare emozioni e soddisfazione positive a tutti i protagonisti in ogni evento .

Spesso però questo non accade e se ognuno di Noi ci riflette attentamente scopre che la causa di ciò spesso risiede nel non avere regole precise o ciò che più colpisce che spesso la consuetudine sostituisce la regola .

Chi non rispetta una regola perchè non la conosce la può sempre apprendere , chi invece non è d'accordo con le regole , cerca di cambiarle , MA chi non le rispetta e le infrange è certamente artefice di un danno al sistema di convivenza.

Ieri al seminario di PNL con il fondatore della Programmazione neuro Linguistica Richard Bandler , Alessio Roberti editore e formatore organizzatore dell'evento, ha espresso un concetto che credo debba diffondersi nella cultura Italiana e nello sport , quindi anche nel Tennis :

se Ti accorgi che un atteggiamento infrange le regole e non lo testimoni o lo fai presente a chi lo compie, non sei estraneo alla situazione ne sei COMPLICE ....

quindi l'auspicio che credo sia condivisibile è che TUTTI imparino le regole, presenti nel sistema organizzato della FIT, che tutti le rispettino e le facciano rispettare e che chi non le condivide possa farlo presente in un dibattito cotruttivo ponendo l'accento su cosa non va e contestualmente sul come si potrebbe fare per FARLO MEGLIO !!
sskpssurf
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 30 gen 2006, 00:49

Messaggioda Giamberini » 22 mag 2012, 15:18

Ho letto la tua bellissima lettera e, al di là della bellezza del nostro torneo che finalmente ha ottenuto il successo che si merita (ma il fascino della città di Roma è una componente non trascurabile) ti rispondo con alcune semplicissime note:
1. Le regole ci sono (anche troppe) ma devono essere applicate.
2. Chi è preposto ad applicare le regole le deve conoscere non superficialmente ma perfettamente.
3. Chi sostituisce la regola con la consuetudine (cosa diversa dal buon senso) dimostra di non conoscerla perfettamente.
4. Quando c'è qualcuno che non rispetta le regole evidentemente vi è qualcun altro che gli consente di non rispettarle.
5. Se questo qualcun altro non lo impedisce delle due l'una: o anche lui non conosce le regole o ha interesse a non impedirlo.
Tutto qua.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55


Torna a REGOLAMENTI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite