Sui diritti e benefici riservati dalla F.I.T. agli Ufficiali

Sui diritti e benefici riservati dalla F.I.T. agli Ufficiali

Messaggioda Giuliano Giamberini » 13 nov 2003, 22:37

Diritti e benefici degli Ufficiali di gara

Sui doveri degli Ufficiali di gara sono piene le pagine delle Carte federali e l’articolo 104 del regolamento specifico ne elenca 17 di tipo pratico e comportamentale.

Non solo, ma gli adempimenti, funzioni e compiti di tipo tecnico-regolamentare inerenti alla direzione tecnica e disciplinare delle competizioni individuali ed a squadre sono ben 49 e vanno dall’art.65 all’art.72 del regolamento degli Ufficiali di gara.

In questo spazio vogliamo invece brevemente parlare dei diritti e benefici che la F.I.T. mette a disposizione degli Ufficiali di gara così come e previsto dallo specifico regolamento.

Sappiamo che l’Ufficiale di gara gode dei seguenti benefici:
1. riceve le Carte federali ed i relativi aggiornamenti;
2. riceve la rivista federale e gli Atti Ufficiali;
3. partecipa ai premi stabiliti dal settore;
4. ha la copertura assicurativa contro gli infortuni occorsi durante l’espletamento delle proprie funzioni;
5. ha il beneficio della iscrizione del proprio nome nel programma della manifestazione per la quale è designato;
6. partecipa, senza diritto di voto quando non dirigente di affiliato, alle assemblee della Federazione;
7. gode, infine, di ogni beneficio previsto dalle norme generali della F.I.T., del C.O.N.I. e comunque concesso dagli organi federali.

Inoltre agli Ufficiali di gara iscritti agli Albi compete:
1. il rimborso delle spese sostenute nella misura prevista dalle tabelle annualmente approvate dal Consiglio federale;
2. la tessera di riconoscimento vidimata dal Direttivo regionale;
3. il distintivo che è d’obbligo indossare nel corso delle manifestazioni;
4. la tessera annualmente vidimata S.I.A.E. valida per l’accesso gratuito alle manifestazioni autorizzate dalla F.I.T. per chi ne abbia fatto richiesta sentiti il Fiduciario regionale, il Comitato Centrale degli Ufficiali di gara e la F.I.T. in relazione alla effettiva disponibilità.

Volevamo soffermarci su quest’ultimo passaggio perché sul sito federale il 12/11/2003 è stato pubblicato un comunicato nel quale viene esplicitamente riferito che “la tessera per l’accesso alle manifestazioni sportive potrà essere richiesta dai Tecnici Nazionali, dai Maestri Nazionali, dai Maestri ‘ad honorem’, dai Preparatori Fisici e dagli Istruttori di 1° e 2° grado in regola con il pagamento dell’iscrizione agli Albi e agli Elenchi della F.I.T. per l’anno 2004 in forma scritta …… (omissis) ………… entro il 27 febbraio 2004”.

Quale la differenza di trattamento tra gli Ufficiali di gara ed i Tecnici nella attribuzione della tessera S.I.A.E. valida per l’ingresso gratuito nelle manifestazioni autorizzate dalla F.I.T.?

La differenza è la seguente: gli Ufficiali di gara sono sottoposti al parere del Fiduciario regionale, del Comitato Centrale UU.GG. e del Consiglio federale che stabilisce annualmente la limitazione loro riservata da assegnare a ciascuna regione, mentre ai Tecnici basta avere rinnovato l’iscrizione all’Albo per il sicuro rilascio della tessera.

Questa disparità di trattamento ci lascia perplessi perché anche se non paga alcuna tassa annuale per rimanere nei ranghi ma deve solo svolgere i minimi annuali di attività e partecipare alle riunioni di aggiornamento, l’Ufficiale di gara mette a disposizione il suo tempo e la sua passione per svolgere un servizio indispensabile che si avvicina più ad una sorta di volontariato piuttosto che a una professione riconosciuta e remunerata come è e deve giustamente essere quella dei Tecnici abilitati all’insegnamento del Tennis.
Giuliano Giamberini
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 07 mar 2003, 11:40

Torna a SETTORE UFFICIALI DI GARA

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron