Interpretazione regola

Interpretazione regola

Messaggioda leox79 » 16 ott 2006, 12:31

ciao, volevo qualche info su una regola che nelle varie casistiche non ho mai trovato.
mi è capitato di assistere a un match in cui uno dei giocatori ha colpito col piede una palla che era circa tre metri dietro la linea di fondo (non raccolta prima del punto), l\'arbitro non è intervenuto, se si era sicuri della involontarietà andava chiamato il let?oppure era premura del giocatore liberare il campo e il fondo dalle palle ivi presenti?
se andava chiamato il let, allo stesso modo
questo sarebbe un modo bieco ma attuabile per qualche giocatore \"furbo\" di usare questo espediente quando in difficoltà....
grazie per le info
leox79
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 16 ott 2006, 12:23

Messaggioda Giuliano Giamberini » 16 ott 2006, 21:25

Evidentemente si trattava di un incontro senza raccattapalle.

Se l'arbitro non è intervenuto significa che, a suo insindacabile giudizio, sia il giocatore che ha urtato la palla sia l'avversario non sono stati danneggiati dal fatto che uno dei due abbia urtato una palla giacente sul campo.
La chiamata di un "let" in una casistica di questa fattispecie l'arbitro la fà solo nel caso in cui l'avversario, dopo il buon rimando effettuato da colui che ha urtato la palla, si ferma, altrimenti il gioco continua.
Il giocatore, invece, che a causa del suo urto non voluto con la palla avesse eseguito un cattivo rimando, perde il punto.

Nota.
Esiste il diritto di togliere una palla giacente sulla propria parte del campo, o chiedere di togliere una palla quando giacente sul campo dell'avversario, prima di iniziare un punto.
Ma non esiste il dovere dell'avversario di aderire a tale richiesta se costui ritiene di non esserne disturbato.
In questo ultimo caso ritorniamo alle decisioni sopra elencate.
Giuliano Giamberini
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 07 mar 2003, 11:40

Messaggioda leox79 » 17 ott 2006, 16:47

Grazie Giuliano
leox79
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 16 ott 2006, 12:23

Messaggioda Quaccula » 25 feb 2010, 09:27

attenzione: se il giocatore chiede all'avversario di rimuovere la palla da mezzo al campo di questi, egli ha l'obbligo di rimuoverla. non è demandato all'avversario di decidere o meno se aderire alla richiesta. se nessuno chiede di rimuoverla e durante il gioco la palla crea disturbo ad uno dei giocatori, si continua a giocare tranne nel caso in cui la palla dovesse urtare un'altra palla in mezzo al campo e l'arbitro non è in grado di capire quale era la pallla in gioco. in tal caso il punto è nullo e si ripete.
ciao
Quaccula
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 29 nov 2006, 19:27
Località: Poggibonsi (SI)

Interpretazione Regola 26 - Disturbo

Messaggioda Giamberini » 25 feb 2010, 10:57

Non è così Quaccula: se una palla giace nel campo del mio avversario dentro o fuori le righe, io ho il diritto di chiedere di rimuoverla prima di iniziare il gioco, ma non lo posso pretendere.
Se al mio avversario non dà fastidio, costui può rifiutarsi di rimuoverla, a suo rischio naturalmente.

Infatti nelle recenti RT in calce alla Regola 26 "Disturbo" vi è il seguente caso 4:
- Durante il gioco una palla o altro oggetto giacente sul campo di un giocatore fin dall'inizio del punto, lo ostacola. E' disturbo?
Decisione: No.


Il caso 5 delle vecchie RT in calce alla vecchia Regola 24 vi era il seguente caso che ora non c'è più ma che conferma come ovvia la mia risposta iniziale:
[i]- Può un giocatore chiedere che una o più palle giacenti nel campo avversario siano tolte?
Decisione: Sì, ma non mentre la palla è in gioco.

Ribadisco che chiedere è lecito ma pretendere, in questo caso, no.
Vi è il diritto di un giocatore di togliere una palla ferma sul proprio campo o di chiedere all'avversario di togliere una palla al di là della rete prima di iniziare il punto. Ma l'avversario potrebbe non aderire a tale richiesta se ritiene di non esserne disturbato.

Per concludere facciamo un caso specifico.
Caso. Durante il gioco un giocatore colpisce involontariamente con un piede una palla giacente tre metri fuori dalle righe del campo. l'arbitro non interviene e lascia che il gioco continui. E' corretta la sua decisione o doveda chiamare colpo nullo (let)?
Decisione. Se l'arbitro non è intervenuto significa che, a suo esclusivo ed insindacabile giudizio, sia il giocatore che ha urtato la palla sia l'avversario non sono stati danneggiati dall'urto con la palla giacente sul campo. La chiamata di colpo nullo l'arbitro la esegue solo se l'avversario del giocatore che ha urtato la palla si ferma. ma nel caso in cui il giocatore che urtando la palla esegue un cattivo rimando, perde il punto.
Ultima modifica di Giamberini il 07 mar 2010, 20:30, modificato 1 volta in totale.
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda Quaccula » 26 feb 2010, 13:28

ciao Giuliano,
permettimi di dissentire: nella casistica che ho sotto mano ci sono ben 2 casi come questo e se per uno in effetti non vi è riportato che vi è l'obbligo di rimuovere la palla, ma solo di chiederne la rimozione, nel 2° c'è scritto testualmente: " una prima palla servita colpisce la rete e rimane nel campo del battitore; il ribattitore PRETENDE che venga rimossa prima del 2° servizio: chi ha ragione? il ribattitore".
Comunque anche se questa casistica è edita dal dsr toscano, girerò il quesito direttamente al fur regionale così mi levo i dubbi. Però se ci rifletti colui che gioca con la palla nel proprio campo, oltre a danneggiare potenzialmente sè stesso, potrebbe danneggiare anche l'avversario, perchè se come ti ho scritto nell'altro post le palle incocciano e l'arbitro non è in grado di capire qual è la palla in gioco, il punto è dichiarato nullo e si ripete con conseguente 1° servizio. E se il battitore batte a 200 all'ora e fa ace? capisci che ha avuto l'opportunità di servire di nuovo e quindi questo per chi sa battere è un vantaggio. Fammi sapere se hai altri argomenti per confutarmi. ciao Stefano.
l'importante è partecipare: verbo del perdente.
email u-235@libero.it
Quaccula
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 29 nov 2006, 19:27
Località: Poggibonsi (SI)

Messaggioda Giamberini » 26 feb 2010, 14:39

Le tue osservazioni, Stefano, sono condivisibili, ma fai due esempi che esulano dal quesito di base.
Il quesito faceva specifico riferimento alla palla giacente in campo prima dell'inizio del punto.
Gli esempi che fai della palla ferma in campo dopo il primo servizio in fallo e quello della palla che ne colpisce un'altra ferma in campo durante il gioco sono corretti, ma non puoi risolvere per analogia il caso della palla giacente in campo prima dell'inizio del punto con i casi che tu proponi.
Ed è proprio per questo e per gli esempi che porto che, nel caso iniziale, è lecito chiedere ma non c'è il diritto di pretendere.
Ciao.
giuliano
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55

Messaggioda Giamberini » 07 mar 2010, 20:36

Ciao Stefano,
volevo aggiungere che la casistica nel tennis è sempre in evoluzione e può essere che prima per un caso si decideva in un modo, ma successivamente a causa della ripetitività di casi per i quali non vi siano risposte certe o comunque poco chiare da ingenerare dubbi sulla loro applicazione, l'ITF ovvero l'ATP con riunioni periodiche la aggiornano su proposta della Associazione dei giocatori Professionisti o dei supervisor o dei colleghi certificati.
Una volta resi noti gli aggiornamenti, le federazioni nazionali li adottano e diventano di applicazione nazionale.
giuliano
giuliano giamberini
Giamberini
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 15 feb 2008, 11:55


Torna a SETTORE UFFICIALI DI GARA

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite