EDITORIALE: perche\' affiliarsi alla FIT ?

EDITORIALE: perche\' affiliarsi alla FIT ?

Messaggioda Giuliano Giamberini » 02 apr 2003, 18:23

Capita spesso, parlando con dirigenti di affiliati o tesserati in genere, di sentire questi commenti: \"Quali sono i benefici ed i servizi di ritorno una volta affiliati o tesserati alla FIT?\"Oppure: \"Che interesse possono avere i circoli ad affiliarsi?\"

Attualmente sono pochi i ritorni se non quello del diritto di partecipazione alle assemblee federali, di partecipazione all\'attività federale a squadre ed individuale per i tesserati atleti e ad alcuni servizi legati al tesseramento in genere, diritti che si ottengono però successivamente alla affiliazione e fatto salvo il versamento di ulteriori e salatissime tasse e quote federali quali trasferimenti, tesseramenti, tasse approvazione tornei, tasse iscrizione Campionati a squadre, ecc.

Mentre fino a due anni fa l\'affiliazione riconosceva automaticamente il beneficio di ricevere la rivista federale e gli Atti ufficiali della FIT, servizio di informazione agli affiliati, in un primo tempo anche ai tesserati atleti ed agli Ufficiali di gara allora agganciato all\'aumento del costo della tessera agonistica e ad esso finalizzato, ora tutto è stato negato.

Perché non ripristinare il servizio cartaceo dell\'informazione visto che non tutti allo stato, siano essi affiliati o tesserati o Ufficiali di gara o Insegnanti di Tennis o dirigenti periferici, sono in grado di accedere al sito federale che contiene sì l\'informazione ma non dedicata a tutti i soggetti sopraccitati che gravitano per professione o per passione dentro e intorno al mondo del tennis.

Perché, ad esempio, non utilizzare la quota FIT che ogni giocatore iscritto ai tornei individuali deve versare per avere diritto alla sua legittima partecipazione per rendere un servizio agli affiliati organizzatori del torneo stesso?

Quale potrebbe essere questo servizio? Noi diciamo, ad esempio, la presenza del Giudice arbitro nei tornei, che garantisca però una ragionevole presenza giornaliera continuativa, ovvero di un Direttore del Torneo il cui compenso per la sua prestazione deve essere messo a carico della FIT che incassa le quote di partecipazione.

Facciamo un esempio in termini economici redatto sulla base del numero delle competizioni individuali nazionali che grosso modo si disputano in Italia, ottenuto da un calcolo probatorio sulla base del numero dei circoli con diritto di voto 2001 di cui agli Atti Ufficiali FIT circolare n.2/2002.

Esempio n.1:
Dal numero dei circoli (2.720), secondo una percentuale attendibile, si svolgono sul territorio nazionale almeno n.2.250 tornei individuali di tutte le categorie e settori di età.
- Un terzo sono tornei giovanili = 750 x 25 iscritti (media) = 18.750 x €.2 (QF) = €. 37.500
- Due terzi sono tornei ordinari = 1.500 x 40 iscritti (media) = 60.000 x €.5 (QF) = €. 300.000
- Totale quote FIT incassate n.78.750 pari a €. 337.500
- Tornei 2.250 x €.150 (ipotetico compenso forfetario Giudice arbitro a torneo) = €. 337.500

Esempio n.2:
Premessa: accertato che i circoli sono 2.720, rifacciamo il conto sul presupposto che ognuno di loro organizzino almeno un torneo nell\'annata agonistica.
- I tornei sono 2.720 di cui 900 giovanili (30%) e 1.820 ordinari (70%).
- 900 x 25 iscritti (media) = 22.500 x €.2 (QF) = €. 45.000
- 1.820 x 40 iscritti (media) = 72.800 x €.5 (QF) = €. 364.000
- Totale quote FIT incassate n.95.300 pari a €. 409.000
- Tornei 2.720 x €.150 (ipotetico compenso forfetario Giudice arbitro a torneo) = €. 408.000
Rimodulando il compenso abbassandolo, ad esempio, nei tornei di 3^ e 4^ categoria, aumentandolo nei tornei Open ovvero di 1^ e 2^ categoria (non raggiungono le 300 unità nell\'annata agonistica) ed introducendo la figura del Direttore di Torneo (tesserato del circolo organizzatore) al quale affidare la direzione e gestione, una volta compilato il tabellone da un Giudice arbitro federale, dei tornei di 3^ e 4^ categoria, giovanili e veterani, si ottiene un esborso sicuramente inferiore alle quote FIT incassate la cui differenza attiva dovrà essere destinata ancora a favore degli affiliati sotto forma di altri servizi.

Tabella per il calcolo del numero dei tornei sulla base dei circoli affiliati come da Atti Ufficiali circolare n.2/2002 - Affiliati 2001 con diritto di voto.

Il calcolo del numero dei tornei per regione è stato effettuato sulla base di quelli disputati in Lombardia nel 2001 con coefficiente 1,22 (rapporto numero affiliati/numero tornei).

Piemonte affiliati 237 – Tornei 194
Valle d’Aosta affiliati 6 – Tornei 12
Lombardia affiliati 428 – Tornei 350
Veneto affiliati 206 – Tornei 168
Friuli V. G. affiliati 86 – Tornei 70
Liguria affiliati 110 – Tornei 90
Emilia affiliati 220 – Tornei 180
Toscana affiliati 224 – Tornei 183
Marche affiliati 74 – Tornei 60
Umbria affiliati 45 – Tornei 36
Lazio affiliati 258 – Tornei 217
Abruzzo affiliati 45 – Tornei 36
Molise affiliati 14 – Tornei 26
Campania affiliati 141 – Tornei 115
Puglia affiliati 96 – Tornei 78
Basilicata affiliati 25 – Tornei 20
Calabria affiliati 42 – Tornei 36
Sicilia affiliati 187 – Tornei 153
Sardegna affiliati 119 – Tornei 97
Trento affiliati 56 – Tornei 46
Bolzano affiliati 102 – Tornei 83

Totale affiliati 2721 Totale tornei 2250



Quali potrebbero e dovrebbero essere altri servizi a beneficio ed a favore soprattutto dei circoli di piccole dimensioni e con limitatissime possibilità economiche?
Oltre a quello del ripristino cartaceo dell\'informazione al quale facevamo riferimento nella introduzione di questa riflessione, ad esempio, l\'eventuale eccedenza attiva sopraccitata unitamente ad altre risorse individuate all\'interno delle tasse federali e quote da essi versate, possono costituire un fondo per destinare un certo numero di tubi di palle sulla base dell\'attività agonistica svolta anche se di livello basso.

Questi tre esempi di servizi ad esclusivo beneficio dei circoli (presenza continuativa in un torneo del Direttore di gara, ripristino dell\'informazione cartacea e istituzione di un fondo per le palle)sembrano banalità, ma rappresentano invece proprio ciò che hanno sempre chiesto e che solo alcuni comitati regionali, limitatamente alle palle peraltro in quantità ridottissima, hanno saputo fornire.
Giuliano Giamberini
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 07 mar 2003, 11:40

Torna a QUESTIONI DI TENNIS

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron