Come allontanare l'acido lattico accumulato nei muscoli dopo

Come allontanare l'acido lattico accumulato nei muscoli dopo

Messaggioda Enrico Arcelli » 01 ott 2003, 08:29

Come si fa ad allontanare l’acido lattico che rimane nei muscoli il giorno successivo a quello in cui si è fatta una partita molto impegnativa? E’ preferibile giocare ancora oppure è meglio fare riposo completo?



Il male ai muscoli che si avverte nei giorni successivi a quello in cui si è giocato ad una intensità e/o per una durata superiori a quelle alle quali si è abituati è definito “dolore muscolare tardivo”, proprio perché non si avverte durante o alla fine dell’attività, ma 24-36 ore dopo di essa. Non è dovuto alla presenza di acido lattico, dal momento che l’eccesso di questa sostanza (nei nostri muscoli ce n’è sempre, anche quando si è a riposo completo, circa 1 millimole per ogni chilogrammo di muscolo) scompare dalle fibre muscolari, nella peggiore delle ipotesi, entro poche decine di minuti dal termine dello sforzo. Semplificando un po’ le cose, si può dire che tale mal di muscoli è determinato, invece, da microlesioni che si determinano nel corso dell’impegno muscolare; per porvi rimedio, nelle ore successive si svolgono dei processi che richiamano acqua e che gonfiano un po’ le fibre stesse. Tale aumento di volume da un lato agisce sui recettori nervosi (ed è questo che determina la sensazione di dolore); dall’altro lato comprime i capillari sanguigni, rallentando l’allontanamento delle sostanze che si sono formate. Per avere un recupero più rapido, un’attività fisica blanda (dello stretching; della corsa leggera per 10 o 15 minuti, o anche più se si è abituati a farla) può essere utile, dal momento che favorisce la circolazione locale. Per lo stesso motivo vanno bene anche i bagni caldi e i massaggi. Non sono consigliabili, al contrario, le attività che richiedono un impegno muscolare molto intenso, come per esempio una nuova partita di tennis. Si tenga presente che, una volta che tale dolore è scomparso, si sono determinati nei muscoli degli adattamenti che, senza avere male, consentiranno nei giorni successivi di compiere partite di intensità e durata almeno pari a quella che aveva provocato il doloro muscolare tardivo.
Enrico Arcelli
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 02 apr 2003, 19:56

Torna a ALIMENTAZIONE NEL TENNIS

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron